Sistina, 8

Il progetto di restauro e ristrutturazione dell’appartamento è stato improntato sul recupero di un’abitazione sorta nel cuore del centro storico di Roma, in un palazzo del ‘600, a due passi dalla scalinata di Trinità dei Monti, Piazza Barberini e Teatro Sistina.

Il recupero architettonico voluto è stato quello di mantenere vivo il fascino antico della struttura in legno dei soffitti e della pietra delle murature portanti realizzate con la tecnica “a sacco“; soprattutto riportare alla luce gli affreschi del ‘600 ritrovati durante le lavorazioni di pulizia delle vecchie vernici delle pareti. Gli affreschi, cha venivano realizzati nelle case signorili, decorano tutto il fronte principale dell’appartamento con la rappresentazione di marmi pregiati che adornano e impreziosiscono gli imbotti delle finestre e delle pareti. Restauro, eleganza e pulizia delle scelte architettoniche, rendono vive ancora oggi le pareti affrescate che affacciano direttamente sulla storica e affascinante via Sistina.

Il progetto ha migliorato il vecchio impianto distributivo dell’intero appartamento prevedendo una nuova disposizione degli ambienti in 90mq: 2 camere da letto con bagni e cabina armadio ad uso esclusivo, un piccolo bagno ospiti, living e la cucina-pranzo annessa al living attraverso un varco esistente.

Il progetto quindi ha aperto lo spazio quanto più possibile, rendendo periferica soltanto la zona notte rispetto alla zona giorno.

I materiali utilizzati nel restyling riecheggiano i materiali di un tempo: quercia naturale per i pavimenti con trattamento ad olio in richiamo dei vecchi pavimenti in legno, di cui purtroppo ne erano rimaste soltanto poche assi recuperabili. All’interno delle pavimentazioni del living sono stati progettati due inserti a tappeto colorati, con le marmette antiche a richiamo di quelle esistenti ritrovate durante i lavori e riutilizzate in parte.

Lo studio della luce, dei colori, del restauro, dei materiali ha stravolto completamente l’appartamento, lo ha reso armonico e accogliente.

Le lampade del salone e della camera da letto padronale sono state realizzate su progetto da un laboratorio artigianale Largo Pincetto con produzione completamente “made in italy”; così come tutti i rivestimenti e il parquet, ricercati all’interno di produzioni provenienti dalla tradizione e produzione esclusivamente italiana.

Un’attenta ricerca anche degli arredi di cui alcuni pezzi provengono direttamente dallo stesso appartamento, arredi che i precedenti proprietari avevo abbandonato dopo la vendita. Ogni arredo è stato recuperato, restaurato e portato alla luce con nuova veste e nuovo look: le poltroncina turchese anni ’60, il tavolino del salone realizzato con un pezzo di ringhiera recuperata dalla quella antica ormai dismessa, il mobile tv a specchi del salotto realizzato con rimanenze di un vecchio specchio della casa, la scrivania della camera da letto precedentemente buttata in uno sgabuzzino e adesso restaurata e decorata seguendo il retaggio del vecchio colore ormai deteriorato dal tempo.

c_383_9afa5936-e44f-4afb-93c4-a480c6059356
c_383_72fd0492-49ab-4377-9d7b-ca5e59bef1fa
c_383_66db3f2d-3e35-4ddb-94a7-ce1b63fd9b5c

FASCINO ANTICO IN CHIAVE MODERNA

in un palazzo del ‘600, a due passi dalla scalinata di Trinità dei Monti, Piazza Barberini e Teatro Sistina.